Lipolaser Estetico: a cosa serve?

La liposuzione con tecnica tradizionale è una metodica per rimuovere il grasso molto utilizzata negli anni scorsi, ma con varie problematiche legate principalmente alla sua invasività, alle sue possibili complicanze e soprattutto ai suoi limiti legati all’età dei pazienti e al fatto che la metodica non si può applicare a casi con cute non particolarmente tonica. Per ovviare a queste ultime problematiche si era introdotta la liposuzione a ultrasuoni che era sì in grado di scaldare la pelle, ma richiedeva anestesie generali, un tempo di recupero più lungo e rischiava di creare ustioni nei punti di applicazione. Tutto ciò è oggi superato dall’uso del laser! La lipolaser con tecnica SlimLipo è una metodica mini-invasiva che permette la rimozione delle adiposità localizzate con uno scioglimento selettivo del grasso indotto dal laser.

Lipo laser funziona? Vediamo come

Il lipo laser, per il trattamento estetico, che viene utilizzato è l’Aspire della Palomar, un laser a diodo che crea energia a 924nm e a 975nm sia come lunghezze d’onda singole che doppia a 924/975nm che vengono assorbite rispettivamente dal tessuto adiposo e dal derma.
La fototermolisi selettiva libera i lipidi contenuti nel tessuto adiposo e ne permette la rimozione mediante una leggera aspirazione del grasso liquefatto. La minor invasività di questa procedura comporta una significativa riduzione del trauma pur ottenendo una completa rimozione dell’adipe localizzata. Il riscaldamento del derma invece crea una contrazione postoperatoria con conseguente rassodamento cutaneo ed effetto lifting che in alcune aree del corpo come il volto e il collo può portare addirittura a risultati ottenibili in
passato solo con la chirurgia tradizionale, valida ma molto più invasiva.

 

I trattamenti avvengono in anestesia locale e su base ambulatoriale proprio grazie alle specificità della metodica con una ripresa lavorativa entro 2 o 3 giorni al massimo e senza lasciare quei voluminosi ematomi che limitano la normale vita di relazione e che rendono evidente agli altri l’avvenuto “ritocco”.

 

L’effetto di rimozione del grasso si vede già dopo il primo mese e nei cinque mesi successivi si manifesta progressivamente, ma in modo evidente, l’effetto di rassodamento e lifting cutaneo.

Laser per cellulite: si può usare?

E la cellulite?

lipolaser esteticoGrazie alla lipolaser è possibile inoltre ridurre notevolmente l’aspetto a buccia d’arancia tipico della cellulite con un solo trattamento. Lavorando più superficialmente con la fibra ottica si ottiene infatti letteralmente lo scioglimento dei classici grumi cellulitici mentre la cute riscaldata si stira e si rassoda. L’assottigliamento del pannicolo adiposo creato dalla lipolaser infine migliora la vascolarizzazione della componente superficiale del grasso con conseguente maggior drenaggio linfatico e quindi ulteriore riduzione della cellulite stessa. Con la lipolaser è quindi possibile rimuovere l’odiata cellulite con un solo trattamento ambulatoriale in anestesia locale.

Iperidrosi ascellare e lipolaser

Basta con quelle macchie di bagnato sotto alle ascelle! Cura definitivamente l’iperidrosi ascellare con un solo trattamento di SlimLipo! Questa è l’ultima novità della lipolaser. Con una minima quantità di anestesia locale sotto alle ascelle è possibile entrare nel sottocute con la fibra ottica della lipo laser e riscaldare l’area in questione fino a letteralmente “chiudere” le ghiandole sudoripare in eccesso in modo definitivo. La procedura è ambulatoriale e richiede massimo trenta minuti dopodiché si appone un cerotto e si va a casa dimenticandosi quelle chiazze sui vestiti che creano tanto imbarazzo.

Scarica l'articolo in PDF: LIPOSUZIONE CON LIPOLASER

Condividi